Chiesa di San Michele

La Chiesa di San Michele, oggi sconsacrata, è un edificio realizzato nel 1494, nella parte ovest della città di Sano.

Nato come ospizio, la chiesa sarebbe stata costruita con materiali di riciclo, come ad esempio alcune pietre provenienti dall’Arco di Augusto, parzialmente distrutto durante l’assedio del 1463.

L’aspetto attuale della chiesa è dovuto alle opere di restauro attuate nel 1766-1767.

In epoca fascista la chiesa fu totalmente ricostruita, operazione che determinò la perdita di tutti gli arredi e gli affeschi d’epoca, oggi rimane nella chiesa solo l’originale altare maggiore, sormontato dalla pala d’Altare, raffigurante la Resurrezione di lazzaro e San Michele Arcangelo, realizzata da Bartolomeo e Pompeo Morganti.

Alla chiesa si affianca anche un convento, costruito nel 1469 e terminato solo nel 1490, nacque come sede della Scuola Congregazione di San Michele e divenne poi, nel 1537 divenne un ospizio.