Porta della Mandria

Si tratta di una porta secondaria che permetteva l’accesso alla città .

Nel corso dei secoli la porta subì un progressivo degrado insieme alle mura e fu riportata alla luce solamente nel 1925, grazie ad alcuni scavi archeologici.

Il nome della porta non è di origine romana, bensì medievale, gli allevatori erano infatti soliti portare in questo luogo le mandrie di bestiame per pascolare.