Storia

Le origini della città di Fano si collocano nel periodo romano, esisteva infatti un insediamento, noto con il nome di Fanum Fortunae, già prima del 207 a.C.

Grazie alla sua posizione strategica, in particolar modo per i commerci, sorgeva infatti sulla via che collegava la Gallia Cisalpina alla Valle del Tevere.

La conquistata nel 49 a.C. da Giulio Cesare, antagonista di Pompeo.

La città fu poi coinvolta nella Guerra Gotica, avvenuta nel VI secolo, fu assediata dagli Ostrogoti e dall’esercito Bizantino.

Nei secoli successivi la città divenne parte della Pentapoli Marittima, composta dalle città di Rimani, Pesaro, Senicallia, Ancona e Fano appunto, in seguito fu occupata dai Longobardi e dai Franchi, fino a divenire libero comune nel 1200, a partire dal XIV secolo fu un dominio della famiglia estense, poi fu divisa tra le famiglie Cassero e Carignano.

Un importante periodo per la città è quello segnato dalla presenza della famiglia Malatesta.